Panoramica ulivi a Casal Velino

Il Cilento

A sud dell'Italia nel cuore del Mediterraneo, con i suoi circa 180000 ettari che comprendono gran parte dell'area meridionale della provincia di Salerno, il Cilento è un territorio vasto e diversificato: si va dal tratto costiero tra Paestum e Sapri con promontori rocciosi, piccole baie e insenature, porticcioli e deliziose spiagge sabbiose, alle zone dell'entroterra con ambienti collinari e montuosi attraversati dai fiumi Calore e Tanagro e ricchi di vegetazione. Proprio l'eterogeneità del territorio ha creato una varietà di ambienti e clima che ha favorito nel corso degli anni lo sviluppo di una flora e una fauna ricca e variegata. Tra queste, la Primula Palinuri simbolo del Parco, e la Lontra simbolo della natura selvaggia del Parco Nazionale del Cilento.

Buona parte del territorio rientra nel perimetro del Parco delimitato a nord dai fiumi Sele e Tanagro, a est dal Vallo di Diano e dal fiume Bussento, a sud dal Golfo di Policastro. E' il secondo parco nazionale in Italia per estensione e il più importante che si affaccia sulla costa del Mediterraneo.
Non è un caso che abbia ottenuto due riconoscimenti Internazionali: l'ingresso nella rete Unesco delle Riserve della Biosfera del programma MAb e nella lista dei Patrimoni mondiali dell'Umanità.

Per il turista che soggiorna nel Cilento al relax di una vacanza al mare tra le diverse località marine di Acciaroli, Castellabate, Casal Velino e Camerota, solo per citarne alcune, si possono alternare le visite turistico-culturali ai templi di Pestum, all'area archeologica di Velia e le escursioni tra le montagne e le vallate dell'entroterra pasando per gli antichi borghi di Piaggine, Magliano Vetere Roscigno.

Paesi del Cilento

Ospitalità nel Cilento